Image

Antonello Cuccu

L’imprinting glielo ha dato, tanto tempo fa, Maria Lai: Antonello Cuccu aveva trovato dei pupazzi di Eugenio Tavolara e li aveva comprati senza sapere chi fosse Tavolara. Maria gli fa capire che in essi vi è trasposta l’austerità dei bronzetti sardi. Questa apertura illumina tutta la sua ricerca, dall’architettura alla ceramica, dalla pittura alla scultura. Il linguaggio dei sardi è un linguaggio geometrico: il creato di Cuccu è a tasso altamente geometrico, ma anche altamente poetico. La poesia del dualismo maschile-femminile: la chiamiamo famiglia, per semplificare, ma è una dimensione dell’esistenza fondamentale.

OPERE

Image
Image

Related Articles