I partner

 
Ilisso Edizioni

Ilisso edizioni viene fondata a Nuoro nel 1985 da Vanna Fois e Sebastiano Congiu.
In 30 anni, grazie a una costante ricerca che ha messo in luce, studiato e reso fruibile il patrimonio artistico, etnografico e letterario dell’Isola, è diventata una eccellenza nel panorama editoriale.
Il suo capillare lavoro d’indagine e recupero ha dato vita a un laboratorio dinamico di studi e a una rete di professionisti uniti nella salvaguardia e nella divulgazione di un patrimonio comune. Fedele a questo intento, opera nel settore dell’editoria e nella realizzazione di eventi espositivi documentando la cultura sarda sotto molteplici aspetti: arte, archeologia, etnografia e cultura materiale, artigianato e design, storia, linguistica, fotografia e narrativa.
Il gruppo di lavoro interno alla casa editrice si è arricchito nel tempo e oggi si compone di storici dell’arte, editor, grafici, umanisti, fotolitisti, fotografi, progettisti e ricercatori, supportati da una estesa rete di collaboratori esterni, tra i quali si sono distinti stimati studiosi e figure di spicco dello scenario culturale. Grazie alle sue risorse è in grado di effettuare autonomamente, secondo elevati standard di qualità, tutte le fasi di realizzazione di qualsiasi prodotto editoriale.
Da una forte sinergia professionale, consolidatasi nel tempo, scaturiscono i progetti Ilisso contraddistinti dalla qualità quale scelta dalla forte valenza sociale.

 http://www.ilisso.it/

 

Spazio Ilisso

Museo della Scultura del Novecento, ma anche Archivio delle Arti Applicate e della Fotografia storica. Gli allestimenti occupano entrambi i due piani dell’edificio e i due ampi giardini. I giardini sono aperti al pubblico, quale oasi verde e luogo di incontri e di condivisioni. Il piano terra è destinato alla raccolta permanente, e quello superiore alle mostre temporanee inerenti la ricerca e le relazioni fra le Arti Visive, declinate nei differenti ambiti espressivi del Contemporaneo.
Si tratta di un edificio della fine del’800 primi 900, conosciuto come Casa Papandrea, dal nome dei precedenti proprietari. Il complesso è situato nel cuore storico di Nuoro, prossimo ai maggiori attrattori culturali cittadini.

 https://www.spazioilisso.it

 

Fondazione Costantino Nivola - Museo Nivola

La Fondazione Costantino Nivola nasce a Orani nel 1990 per iniziativa della Regione Sardegna, del Comune di Orani e della famiglia dell’artista (L.R. n. 35 del 31 luglio 1990 e L.R. n. 14 del 20 settembre 2006, art. 21).
Nel 1991 la vedova dell’artista Ruth Guggenheim Nivola, il sindaco di Orani Tonino Rocca e Giovanni Dettori, in qualità di rappresentante della Regione Sardegna, firmano l’atto costitutivo, grazie anche all’impegno del precedente sindaco Giulio Chironi, di Antonio Silvas e di Giuseppe Bande.
Scopo della Fondazione è promuovere la conoscenza dell’opera e del messaggio di Costantino Nivola e più in generale dell’arte contemporanea, attraverso attività espositive, di ricerca e di divulgazione, sostenendo in tal modo la crescita culturale e economica della comunità locale e regionale. A tal fine la Fondazione gestisce il Museo Nivola e l’annesso parco, organizza mostre, convegni, premi e sviluppa scambi culturali con istituzioni sarde, nazionali e internazionali.
Il patrimonio della Fondazione comprende beni immobiliari e opere d’arte. I primi consistono in un esteso complesso museale sito in posizione panoramica nel territorio di Orani, comprendente un parco e 4 edifici adibiti a spazi espositivi e sociali, uffici e depositi. Le seconde costituiscono un corpus unico in Europa di sculture, dipinti, disegni, ceramiche e maquettes di Costantino Nivola, uno dei protagonisti della scultura architettonica del Novecento, nonché il più significativo artista sardo nel panorama internazionale.
L’identità visiva della Fondazione è sintetizzata dal nuovo logo  donato al Museo Nivola dallo studio Paolo Bazzani. Ispirato alla grafica di metà Novecento e a un tipo di lettering sviluppato all’Olivetti, il logo richiama indirettamente due temi centrali nell’opera di Nivola, suggeriti dalla sua esperienza nella ditta di Ivrea:  l’ideale dell’interdisciplinarità e la dimensione della vita comunitaria.

 https://www.museonivola.it/

 

Fondazione Maria Lai - Stazione dell’Arte - Museo d’arte contemporanea - Ulassai

Con la donazione di Maria Lai di circa un centinaio di opere d’arte, tra le più importanti e significative del suo percorso artistico e che hanno segnato profondamente l’arte contemporanea del novecento si è avviato, ad Ulassai, un progetto culturale che non è che la naturale prosecuzione di una vocazione nel campo dell’arte contemporanea che il paese di Ulassai coltiva da oltre un ventennio. Spartiacque fondamentale di tale vocazione fu lo straordinario intervento “Legarsi alla montagna” del 1981 nel quale tutte le case del paese e le montagne circostanti, ispirandosi ad un’antica leggenda locale, sono state legate con un nastro celeste lungo ventisette chilometri. A quel primo intervento ne seguirono, negli anni a venire, molti altri tale da configurare il paese di Ulassai come un vero e proprio museo all’aperto di arte contemporanea.
La Stazione dell’arte è un museo d’arte contemporanea dedicato all’opera di Maria Lai. Inaugurato nel 2006, il museo sorge nei locali dell’ex stazione ferroviaria, posta a valle del paese. La scelta del luogo ben si presta a comunicare uno degli intenti più cari del lavoro dell’artista, ovvero quello di avvicinare l’arte alla gente.

 http://www.stazionedellarte.com/

 

MACC - Museo di Arte Contemporanea di Calasetta

Il museo è stato inaugurato nel 2000 dal Comune di Calasetta con le opere della collezione donata da Ermanno Leinardi. Istituito come Museo MACC nel 2011, documenta tutte le tendenze dell’arte astratta, dall’astrazione lirica e informale all’astrazione geometrica.
Dai maestri degli anni Trenta (J. Albers, M. Radice, C. Badiali), agli aderenti del Movimento Arte Concreta del decennio Cinquanta (Soldati, Veronesi), dal ventaglio dei gruppi e dei collettivi coinvolti nel campo dell’arte Cine-Visuale degli anni Sessanta e Settanta (B. Munari, G. Capogrossi, L. Fontana, E. Leinardi e molti altri), al drappello degli sperimentatori sardi (A. Atza, G. Campus, R. Rossi, V. Satta, I. Utzeri, G. Brundo, Z. Calzia), particolarmente ricco di personalità da riscoprire. Il Museo presenta a rotazione una selezione di opere riunite su specifici temi e una serie di mostre tematiche coerenti con la finalità del Museo di valorizzare l’arte astratta.
Il MACC è gestito dalla Fondazione MACC, cui partecipa il Comune di Calasetta, presieduta da Maricarla Armeni, con la direzione artistica di Pino Mantovani e Ivana Mulatero.          

 http://www.fondazionemacc.it/

 

MY MASK

L'Associazione May Mask ha per fini la realizzazione, la pratica e la valorizzazione delle iniziative e dei servizi della cultura, delle arti e dello spettacolo, nonché la diffusione e la promozione d'attività su tutto il territorio nazionale ed internazionale. Intende, inoltre, sviluppare un'intensa attività di ricerca e sperimentazione, in merito all'interazione tra i diversi linguaggi espressivo-artistici, messi a confronto con le tematiche sociali più attuali e non solo. Ricerca infine, una nuova figura d'artista o di "comunicatore", che riesca ad oltrepassare ogni possibile concettualizzazione, per ritornare ad un gesto semplice ed essenziale... Predilige attivarsi in luoghi non convenzionali, dove lo spazio e lo spettatore divengono parte integrante della performance, perché se anche il dialogo non fosse possibile, che si realizzi quanto meno un incontro.

 https://www.facebook.com/maymaskincontridarte

 

Centro Servizi Culturali della Società Umanitaria di Cagliari

Il Centro di Servizi Culturali della Società Umanitaria di Cagliari ha il suo centro di gravità nel cinema, l'immagine che taglia e restituisce significati nel testo dell'esistenza dei cittadini e delle comunità. Il cinema, l'audiovisivo in genere, inteso come sintesi e sinestesia dello sguardo e dell'ascolto, raccoglie il mondo con un atto creativo e poi, in un altro momento, lo restituisce alla creativa sensibilità degli uomini e delle donne. Questo fa dell'audiovisivo un principe della formazione e dell'educazione culturale dell'individuo, in quanto singolo e in quanto cittadino e componente di una socialità. Il CSC di Cagliari pur lavorando intorno alla conservazione, la digitalizzazione, la catalogazione e la promozione dei beni culturali audiovisivi, opera in un orizzonte ampio di lettura e scrittura della realtà, fornisce strumenti di vita e di socializzazione, perché il senso della vita e dell'esperienza sociale è già dentro la composizione dell'inquadratura. Per dare respiro a questo orizzonte di strategie culturali, il Centro si apre alla multimedialità e centra sull'identità territoriale la piattaforma di un'apertura totale, che è totalità dentro l'immagine ma è soprattutto capacità di trovare strumenti educativi sempre nuovi per rileggere e riscrivere la realtà, nella sua dimensione, insieme, esistenziale e culturale.

 https://www.umanitaria.it/cagliari

 

Fondazione Sardegna Film Commission

La Fondazione Sardegna Film Commission nasce con lo scopo di valorizzare il patrimonio artistico e ambientale della Sardegna, sviluppando la filiera audiovisiva con l’alta specializzazione delle risorse professionali e tecniche dell’isola, creando le condizioni ottimali per attrarre progetti cinematografici e audiovisivi internazionali, promuovendo il patrimonio culturale e tecnologico della Sardegna e il suo territorio nel mondo.
Dal 2014 è la prima film commission ad aver adottato i protocolli green sui set e ad aver sviluppato un format sulla sostenibilità sociale, economica e ambientale del territorio (Heroes 20.20.20., progetto per cortometraggi, serie web e documentari).

 https://www.sardegnafilmcommission.it/it/

 

Sardinia Film Festival

Il Sardinia Film Festival è un premio cinematografico internazionale il cui scopo primario è quello di promuovere e valorizzare la cinematografia internazionale indipendente. Al Festival ogni anno sono presenti numerosi direttori artistici e selezionatori di Festival Cinematografici Europei.
È nato nel 2006 grazie al Cineclub Sassari, storica associazione culturale che dal 1951 si occupa di promozione cinematografica in Sardegna. Dal 2012 il festival riceve le medaglie della Presidenza della Repubblica Italiana, Presidenza della Camera, Presidenza del Senato. Riceve inoltre il patrocinio dell’UNESCO Commissione Nazionale Italiana, Farnesina, MIBAC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Autonoma della Sardegna, Università degli studi di Sassari.

 https://www.sardiniafilmfestival.it/

 

Hanno collaborato:

Palazzo Doglio

Un luogo unico nel suo genere che rivisita l’idea di comfort e la rende contemporanea.
Palazzo Doglio è l’unico hotel in Sardegna che si adatta ai tuoi impegni di business o alla tua voglia di vacanza e ti offre una vasta gamma di servizi premium in un contesto cittadino. La sua posizione strategica ti assicura l’accesso in pochi minuti al centro storico di Cagliari.
Le 72 camere di Palazzo Doglio variano da stanze intime a suite di grandi dimensioni, ma sono tutte caratterizzate da un arredamento contemporaneo che unisce con eleganza dettagli classici – come il pregiato marmo di Carrara – ad elementi di design.

 https://www.palazzodoglio.com/

 

LAI AUTOMOBILI

Lai Automobili nasce nel 1988 a Carbonia per opera di Luigi Lai, giovane imprenditore della città mineraria già noto ed apprezzato, in ambito motociclistico, in tutta la Sardegna.
Tutto iniziò quando due persone in giacca e cravatta si presentarono nel suo negozio di moto, con una strana e inaspettata proposta: in un mercato articolato e complesso come quello dell’auto, l’imprenditore accetta la sfida, diventando così Concessionario ufficiale Alfa Romeo.
La professionalità, la qualità, l’assistenza e la ricerca delle migliori condizioni al cliente, determinano negli anni il successo della Lai Automobili che acquisisce così il marchio Seat, Volkswagen, Fiat e Lancia.
Lai Automobili è oggi una delle più importanti e apprezzate realtà del settore dell’auto operanti in Sardegna che continua il suo operato con sempre maggiore e rinnovato entusiasmo.

 https://laiautomobili.com/

 

Pablo Cafè - Cagliari

 

Sartoria Modolo - Orani

 

Aurora Aru

Related Articles